Attualità

Valutazione della qualità dell’aria del territorio di Barletta, nuova convenzione con l’ARPA

La Redazione
Avv. Michele Cianci
«Grande regalo da parte del dott. Francesco Alecci a tutta la comunità barlettana»
scrivi un commento 199

 

Approvata la nuova Convenzione con ARPA Puglia (l'Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione dell'Ambiente) per la valutazione della qualità dell'aria del territorio comunale.

Il Commissario Straordinario Francesco Alecci ha approvato alcuni giorni fa lo Schema di Convenzione con l’ente pugliese, che consentirà al Comune di Barletta di proseguire la campagna di monitoraggio della qualità dell'aria garantendo l'attività del laboratorio mobile di proprietà dell'Ente per altri tre anni e che permetterà alla stessa ARPA l'esecuzione di una simulazione di durata annuale per i dati degli anni 2021, 2022 e 2023 con restituzione di report finali di descrizione degli esiti.

«Non si tratta solo di un semplice documento di routine, ma di un grande regalo da parte di S.E. dott. Francesco Alecci a tutta la comunità barlettana». Interviene così l’avv. Michele Cianci, presidente del Comitato Operazione Aria Pulita BAT, a commento di uno degli ultimi atti del commissario straordinario.

A quanto si legge nel comunicato diramato da Comune di Barletta, l'Ente civico ha ritenuto di fondamentale importanza tutelare gli interessi e le aspettative della Comunità barlettana mediante l'adozione di sistemi d'avanguardia di rilevamento e monitoraggio dello stato di inquinamento ambientale del territorio comunale. La nuova Convenzione consentirà, infatti, di ottenere dati più incisivi ed appropriati di quelli acquisiti in precedenza ed i report finali annuali saranno trasmessi da ARPA Puglia al Comune, per garantire l'immediata pubblicizzazione e la massima trasparenza nei confronti della Cittadinanza.

Questo pregevole risultato è stato reso possibile dalla tenacia con la quale esso è stato perseguito dal Comune e dalla disponibilità garantita dalla Direzione Generale di ARPA Puglia e dal suo Personale, che hanno accolto le pressanti richieste del Commissario Straordinario della Città.

«Leggendo tra le note tecniche, non possiamo che rallegrarci. La risoluzione spaziale di 1km x 1km genera un campo di valutazione incredibilmente grande e altrettanto preciso, fondamentale indicatore per lo stato di salute della nostra aria che ci permetterà finalmente – precisa Cianci – di conoscere con precisione cosa stiamo respirando. Risultato pregevole, perseguito con tenacia anche grazie alle richieste puntuali e ferme del Commissario straordinario Alecci a cui dobbiamo ogni ringraziamento, da parte del comitato e mio personale, a cui mi permetto di aggiungere i ringraziamenti di tutta la cittadinanza attenta alla salute pubblica».

 

lunedì 27 Giugno 2022

(modifica il 12 Luglio 2022, 12:53)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti